Sito WordPress lento a caricare? Come risolvere

Ormai è una cosa risaputa: un sito web lento fa perdere visitatori!

Siamo sempre più abituati ad un ritmo frenetico: gli ultimi studi hanno nuovamente dimostrato che, una delle prime cause di abbandono di un sito web, è la sua lentezza ed anche WordPress non si esonera da questa regola, anzi…..
Essendo particolarmente soggetto a rallentamenti, se non gestito correttamente, bisogna prestare attenzione a non sbagliare tema, installare plugin sbagliati, caricare immagini non compresse, ecc.

Pausa caffè in attesa del caricamento del sito web?

NO GRAZIE!

Un tempo di caricamento superiore ai  5 secondi ti farà perdere visitatori, possibili clienti e guadagno!

L’intento di  questo mio articolo è quello di analizzare, assieme al lettore, le casistiche più comuni che portano al rallentamento di WordPress e come evitarle velocizzando il proprio sito internet! 

Cosa usare per verificare la velocità di un sito web?

Partendo dal presupposto che TUTTI i tools automatici online bisogna prenderli come riferimento generico  ma NON come “oro colato”, solitamente utilizzo 4 siti web per analizzare la velocità (oltre ovviamente ad un giudizio soggettivo del progetto che  mi trovo di fronte):

Se vorrete fare dei test del vostro sito web ricordatevi di impostare  il server più vicino a voi.

Di seguito l’esempio di un report di GTmetrix su un e-commerce NON da me sviluppato sul quale ho lavorato alcuni mesi fa per migliorarne le prestazioni:

Come potete vedere la situazione era abbastanza allarmante: tempi di caricamento sopra i 10 secondi, un peso della pagina da quasi 10Mb e più di 250 richieste http! (ho visto casi anche peggiori…..)

Vediamo ora i principali "sospettati" che possono causare il rallentamento del vostro sito web WordPress.

1 - immagini troppo pesanti

Una delle primissime cause di lentezza è causata dalle immagini troppo pesanti!
Una persona “non addetta ai lavori” può compiere il grave errore di caricare immagini non compresse e non adatte al web!

Questo può comportare ad un notevole aumento del tempo di caricamento delle proprie pagine.

Come risolvere?

Sarebbe fondamentale comprimere le immagini / fotografie PRIMA di caricarle sul proprio sito WordPress.

Se, ormai, avete caricato immagini di dimensioni esagerate vediamo come, se non risolvere completamente, almeno migliorare notevolmente la situazione.

Robin Image Optimizer

Questo plugin è uno dei migliori in assoluto e tra i pochi che permettono di comprimere un numero illimitato di immagini anche nella sua versione free.

Una volta installato si dovrà configurare adeguatamente: aprite impostazioni > Robin image optimizer ed aprire la schermata “settings”:

Ora dovrete impostare questi parametri:

  1. Optimization server: se avete immagini molto grandi  il server migliore sarebbe il 4 no limits (beta) ma, per l’appunto, è in fase beta e delle volte non è stabile. Se le immagini sono molto grandi o numerose vi conviene usare il server 3 (poor compression, you can’t on a localhost).
  2. Compression mode:  personalmente ritengo che, la scelta migliore, sia “Lossy” limitando l’utilizzo di “Lossless” solo nei  casi di effettivo bisogno di immagini di altissima qualità mentre, al contrario, l’impostazione “High” la riserverei a siti con immagine allegoriche e di dimensioni medio/piccole sui quali si preferisce aumentare le performance anche a scapito della qualità delle immagini.
  3. Auto optimization on upload: se caricate spesso immagini e volete che vengano automaticamente compresse durante l’upload attivate questa opzione… ma, se provvedete ad una compressione manualmente dei file prima del caricamento, potete ignorare tale opzione.
  4. Backup images: se avete già fatto un backup completo del sito WordPress (come consiglio caldamente  prima di fare modifiche) potete disattivare questa opzione.
  5. Resizing large images: spuntate su on ed impostate  un valore massimo di larghezza / altezza in base alle vostre esigenze.

Una volta impostati i settaggi correttamente ed in base alle proprie esigenze aprite la scheda “BULK OPTIMIZATION” e cliccate su “RUN” per avviare  il processo di ottimizzazione delle immagini.

Video caricati sul proprio sito web?

NO GRAZIE!

Caricare video direttamente sul proprio spazio web può rallentare notevolmente il sito: se proprio avete la necessità  uplodate i video su YouTube, Vimeo o simili e fateli caricare in modo asincrono.

2 - Temi e plugins

Premessa iniziale: personalmente ritengo una leggenda metropolitana l’usare al massimo tot plugin altrimenti il sito diventa lento, inutilizzabile, insicuro, ecc,ecc.

Non bisogna abusarne ma, se scelti accuratamente,  i plugin non generano rallentamenti tali da mettere in difficoltà il proprio sito WordPress.

A titolo d’esempio il mio webepc.it utilizza 35 plugin eppure ho un tempo di caricamento delle pagine attorno al secondo e lo score di GTmetrix e Google PageSpeed Insights a 99 su 100….

A quali temi e plugin bisogna prestare attenzione?

Come detto non è la quantità in senso assoluto ma molte volte la qualità di un plugin o tema che può fare la differenza.

Basta installare  il plugin o tema sbagliato per vedere rallentare notevolmente il proprio sito WordPress!

Innanzitutto  mi tocca segnalare negativamente quello che scherzosamente definisco “trio malefico”:

Theme Forest

Marketplace di Plugin e Temi

Il trio da evitare:

Visual Composer

Page builder

Revolution Slider

Slider per foto e video

Perché ho segnalato questi tre nominativi? Ora spiego:

Theme Forest: da molti osannato come il miglior sito  per la scelta di temi e plugin premium per WordPress mi sento caldamente di sconsigliare l’acquisto su questo marketplace.

Perché?

  1. La maggior parte dei temi proposti su Theme Forest include Visual Composer e Slider Revolution che, come spiegherò più avanti, possono rallentare notevolmente il sito.
  2. Oltre ai già citati la maggior parte di questi temi necessita l’attivazione di moltissimi plugin.
  3. Mi sono capitati vari casi di temi o plugin obsoleti, magari non aggiornati da  anni, che venivano comunque venduti!!!
  4. Non utilizzando temi o plugin presenti nel repository ufficiale di WordPress.org l’aggiornamento del proprio sito web risulta più difficoltoso.

Ora, lungi da me dichiarare che tutti i prodotti venduti da questo sito non siano validi ma, anche per le pessime esperienze di assistenza avute, preferisco rivolgermi altrove….

 

Visual Composer: oppure “WP bakery” (è lo stesso prodotto)  è purtroppo uno dei page builder più diffuso sino a qualche tempo fa.

Perché evitarlo? Guardate le seguenti immagini:

E-commerce sviluppato con tema Theme Forest + Visual Composer

E-commerce sviluppato con tema repository WordPress + Elementor

Entrambi i siti web sono su una VPS di OVH: si può ben vedere il peso maggiore, le molte richieste http ed  il tempo di caricamento molto superiore per  il duo Theme Forest / Visual Composer

Revolution Slider: veniamo ora al Revolution Slider.

Come si intuisce dal nome è uno slider molto popolare perché permette animazioni effettivamente “d’impatto”….. perché allora lo sconsiglio?

  1. E’ davvero molto “pesante” in termini di risorse e “peso”.
  2. Anche se gli slider generati possono essere d’impatto è decisamente preferibile  un sito veloce e snello a qualcosa di particolarmente “palcoscenico” ma lento a caricare (personalmente ed ultimamente sto eliminando slider dalle mie realizzazioni a favore di una maggiore snellezza, immediatezza e performance).

Di seguente un piccolo esempio; il tempo di caricamento rilevato da GTmetrix con lo stesso sito, stesso server, stesso momento con o senza Revolution Slider

Con Revolution Slider attivato

Senza Revolution Slider

Come potete ben vedere la differenza è notevole!

Se nel mio sito ho il "trio malefico" cosa devo fare?

In questo caso si possono percorrere due strade:

  1. Se si è alla ricerca delle prestazioni in senso assoluto (si punta ad un tempo di caricamento inferiore ai 2 secondi) purtroppo l’unica via percorribile è, nella maggior parte dei casi, rifare  il sito web da zero. Purtroppo disattivando il tema di Theme Forest ed il Visual Composer  molte volte si hanno pesanti ripercussioni sui contenuti.
  2. Se non si può/non si vuole rifare completamente il progetto si può intervenire cercando di migliorare comunque le performance. Personalmente non ho mai visto un sito WordPress  basato su un tema di Theme Forest con Visual Composer e Slider Revolution scendere sotto i 3/4 secondi di caricamento anche se appoggiato ad  un hosting potente….

In conclusione:

Bisogna effettuare dei test disattivando tutti i plugin, attivarne uno ad uno, sino ad individuare quelli che rallentano di più il proprio sistema.

Jetpack by WordPress.com

Questo plugin merita una “menzione d’onore” negativa: se mal configurato l’ho visto praticamente “uccidere” diversi siti web rendendoli quasi inutilizzabili!

Plugin per velocizzare WordPress?

NON SCORDATEVI UN PLUGIN PER LA GESTIONE DELLA CACHE!

Questi plugin migliorano notevolmente le performance  del sito web.

Cercando di semplificare al massimo, ogni volta che un visitatore apre una pagina del vostro sito WordPress viene effettuata una “chiamata” al server il quale deve elaborare il codice php, i vari script, elaborare query sul database ed infine convertire in html il risultato da inviare al browser.

Utilizzando un sistema di caching, invece di effettuare tutte queste operazioni, si creano delle copie statiche delle pagine in HTML (eventualmente minimizzate e compresse) concepite per essere caricate velocemente senza far lavorare il server inutilmente.

I migliori plugin per la Cache di WordPress

Dopo averne provati diversi ritengo che, allo stato attuale, i migliori plugin per la gestione della cache siano:

WP Fastest Cache

Sino a pochi mesi fa lo usavo anche sul mio webepc.it è forse  il plugin migliore tra quelli free tra stabilità, semplicità di utilizzo e di configurazione: semplice ed affidabile. 

Autoptimize

Non è proprio un sistema di caching ma più di ottimizzazione, si può utilizzare assieme a fastest cache (o altri plugin) per migliorare ulteriormente le performance: consigliato!

Swift Performance Lite

E’ un plugin abbastanza recente ma che offre prestazioni strabilianti!
Ha un sistema di settaggio automatico che nel complesso funziona bene.
Però, alcune volte, da qualche problemino: oserei dire che è da testare caso per caso.

WP Rocket

Molto restio a consigliare plugin premium a pagamento questa è una delle poche eccezioni che confermano la regola: con un costo di poche decine di €/anno offre performance molto elevate, stabilità, semplicità di configurazione….. assolutamente consigliato.

Ovviamente dopo l’installazione un plugin per la cache deve essere correttamente settato e testato.

Un consiglio: non fissatevi eccessivamente sulle performance!

Meglio un sito con un caricamento di pochi decimi di secondo in più che ricercare la velocità a tutti i costi scoprendo poi problemi  che impediscono il corretto funzionamento del proprio sito WordPress.

3 - Aggiornamenti

Un’altra possibile fonte di lentezza è il mancato aggiornamento di WordPress, dei plugin e del tema  (si potrebbe ricordare anche dell’hosting ma dovrebbe essere il gestore di quest’ultimo ad aggiornare  la versione del PHP, del pannello di controllo, ecc.)

Oltre a poter rendere il vostro sito WordPress lento non aggiornarlo mette a rischio la sicurezza dello stesso: se avete dei dubbi sulla procedura di aggiornamento potete leggere la mia guida  come aggiornare WordPress

4 - Hosting WordPress

Per ultimo, ma non certo per importanza, debbo affrontare  il discorso hosting: la “macchina” dove fisicamente sono ospitati i file, le immagini, gli script, il database, ecc. del vostro sito WordPress.

Se nello stesso hosting vengono ospitati troppi siti, se non è adeguatamente potente purtroppo può vanificare buona parte dei vostri sforzi nel velocizzare WordPress.

Preferisco evitare di fare nomi, sia in senso positivo che negativo: sul mio sito non troverete mai  link o banner di affiliazione a questa o quella azienda di hosting che per pochi spiccioli regalati al webmaster di turno cerca di spacciarsi come “il meglio del meglio”.

Ovviamente, come per tutte le cose, è meglio evitare tassativamente le offerte più economiche in assoluto: ci sono certe aziende che promettono hosting tutto incluso a poco più di 10€ / anno….

Personalmente mi trovo molto bene con la www.serverehosting.com; una piccola azienda ma con una ottima assistenza e pacchetti con un eccellente rapporto prezzo/prestazioni. 

il mio hosting è lento: che cosa fare?

Purtroppo se la lentezza risulta essere legata al server utilizzato l’unica cosa da fare è quella di migrare  il proprio sito web su un nuovo hosting.

In tal senso potete leggere la mia guida passo-passo a Duplicator: un plugin molto utile per “traslocare” il proprio sito web da un hosting ad un altro.

Conclusioni

Un sito WordPress ottimizzato può ottenere queste prestazioni...

Come si può ben pensare avere un sito WordPress veloce e performante non è uno sfizio personale ma può veramente aiutare a fare la differenza.

Spero che  l’articolo risulti utile e se avete bisogno di maggiori dettagli potete contattarmi  oppure commentare qui sotto.

Ti è piaciuto? Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Informativa breve Cookie
Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizzo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy