WordPress: guida passo passo a Duplicator.5 min. di lettura

Backup, migrazione e ripristino

In tantissimi gruppi su Facebook, forum e blog viene indicata l’importanza e la necessità di avere un backup del proprio sito WordPress.

Avevo già scritto una dettagliata guida su “come fare il backup  ad un sito WordPress” ma, all’epoca (2014) non esisteva ancora il plugin Duplicator. 

Nato per “duplicare”, copiare  o migrare siti web WordPress  è utilissimo anche  per creare copie di backup in maniera semplice e veloce: vediamo assieme come utilizzarlo al meglio in questa guida passo passo.

Installare Duplicator

Duplicator  è disponibile al download nel repository ufficiale  di WordPress.org ed è installabile sia attraverso il pacchetto compresso (.zip) che direttamente dal pannello di controntrollo (bacheca) di WordPress stesso,

Potete scegliere se:

Installare tramite bacheca

  1. Aprire la bacheca di WordPress del vostro sito
  2. Cliccare su “plugin” > “aggiungi nuovo”
  3. Nel box in alto a destra scrivete “duplicator” vi apparirà una schermata come la seguente:
    (clicca per ingrandire)
  4. Cliccare su “installa ora” a fianco del plugin “Duplicator – Plugin di migrazione per WordPress” della Snap Creek ed attendere qualche istante
  5. Cliccare su “attiva”

Installare tramite pacchetto zip

  1. Aprire il sito  it.wordpress.org/plugins/ e, nel riquadro di ricerca, scrivete “duplicator”
  2. Cliccate su “Duplicator – Plugin di migrazione per WordPress” e, nella schermata successiva, sul pulsante  “scarica” e salvate la cartella .zip
  3. Aprire la bacheca di WordPress del vostro sito
  4. Cliccare su “plugin” > “aggiungi nuovo”
  5. Nella schermata che apparirà, a fianco di  “Aggiungi plugin”,  cliccare sul pulsante “aggiungi nuovo” e selezionate la cartella zip precedentemente scaricata
  6. Cliccare su “installa ora” a fianco del pulsante “scegli file”
    (clicca per ingrandire)
  7. Attendere il caricamento quindi cliccare su “attiva”
Il menù di Duplicator

Adesso che Duplicator è installato e pronto all’uso vedremo come :

  • Creare una copia del sito web
  • Eventualmente migrare / cambiare hosting al sito internet
  • Come ripristinare i file con Duplicator

ATTENZIONE:
la versione free di Duplicator ha una limitazione massima di spazio. Prima era indicata con “100 Mb” ma, ultimamente,  si limitano ad  un generico “Larger Site Support” disponibile solo nelle versioni a pagamento.

Di seguito spiegherò come riuscire comunque ad utilizzare Duplicator anche  in caso di dimensioni “large” 🙂

Creare backup del sito web con Duplicator

Vediamo ora come procedere con la creazione di una copia di backup del sito grazie a Duplicator.

Per prima cosa clicchiamo su “Duplicator” nel menù laterale come da immagine precedente.

La prima schermata di Duplicator (clicca per ingrandire)

Proseguiamo cliccando su “Create New” e ci troveremo di fronte a questa nuova schermata:

La seconda schermata di Duplicator (clicca per ingrandire)

Se  il vostro sito non dispone di nessun plugin per la gestione della cache potete anche proseguire cliccando su “next >” 

Ma se, come la maggior parte delle installazioni di WordPress, avete voluto migliorare le performance sfruttando un plugin per la creazione / gestione della cache (W3 Total Cache, Fastest Cache, WP Super cache,ecc) vi conviene cliccare su  “Archive” e spuntare la voce “Enable File Filters” quindi cliccare su “cache” presente nelle opzioni predefinite sulla destra:

SOLO PER SITI WEB DI GRANDI DIMENSIONI:
Come anticipato precedentemente  la versione free (ma anche a causa delle impostazioni del proprio hosting) potrebbe non essere in grado di creare la copia integrale del vostro sito web: in questo caso, oltre all’opzione “cache”  selezionate anche la voce “wp-uploads”.

Questo vi permetterà di ottenere una copia integrale del vostro sito ma priva della cartella “wp-uploads” che dovrà essere successivamente gestita manualmente tramite FTP

Una volta selezionate le opzioni desiderate cliccate su “Next >”

(clicca per ingrandire)

Inizierà la scansione del sito web per calcolare lo spazio….

e dopo un periodo variabile in base alle prestazioni del vostro hosting ed alle dimensioni del sito apparirà la schermata  a fianco: clicchiamo su “Build >” …

(clicca per ingrandire)
(clicca per ingrandire)

Ed attendiamo la creazione SENZA interrompere, cliccare su altre pagine,ecc.

Questa procedura può durare anche alcuni minuti.

Ed ecco la schermata che apparirà quando l’operazione viene ultimata ed è andata a buon fine:

A questo punto cliccate su “Installer” ed “Archive” per scaricare  il file .php e la cartellza .zip contenente  il vostro sito web.

ATTENZIONE: sconsiglio di utilizzare l’opzione “One-Click Download” in quanto, alcune volte, mi ha dato problemi.

Salvate i file appena scaricati in luogo sicuro.

SE IL VOSTRO SITO WEB E’ DI GRANDI DIMENSIONI:
Il pacchetto conterrà tutto il sito AD ESCLUSIONE della cartella “wp-uploads”.

Per avere  un backup completo accedete tramite FTP oppure tramite file manager del vostro hosting e scaricate la cartella sopra indicata.

Backup ultimato!

NOTA: se volevate utilizzare Duplicator al solo fine di creare  una copia di backup del vostro sito potete anche non leggere le altre parti della guida..

Ma, ATTENZIONE, tenete presente che Duplicator  salva  i file che va a creare nel vostro hosting e, se salvate più copie, vi ritroverete una schermata simile a questa:

Consiglio: una volta completato il download, di provvedere alla cancellazione dei pacchetti sullo spazio web.

Vi permetterà un notevole risparmio di spazio!

Duplicator: come migrare un sito web.

Ora che abbiamo il pacchetto contenente l’intera copia del nostro sito web possiamo provvedere alla sua “migrazione” cioè al cambio di hosting (o server se preferite).

Per fare questo si dovrà per prima cosa scegliere se:

  1. Migrare anche  il nome a dominio: in questo caso si dovrà richiedere all’attuale gestore il codice di migrazione  (chiamato “auth-code” o “auth-info”)  e comunicarlo al nuovo gestore.
  2. Mantenere il solo nome a dominio presso l’attuale gestore (ci sono diverse motivazioni che possono spingere a questa scelta)  ed impostare i nameserver (NS)  o i  DNS in maniera che “puntino” al nuovo hosting (identificato tramite proprio indirizzo IP oppure tramite  gli NS del nuovo provider).

Non è intenzione di questa guida entrare troppo in dettaglio sulla migrazione

MA ATTENZIONE:  LA MIGRAZIONE  E’ UNA OPERAZIONE DELICATA !

Se non si è certi di come procedere c’è il serio rischio di perdere TUTTO il contenuto del vostro sito web e dei servizi ad esso associati (ad esempio le email !).

Consiglio vivamente di appoggiarsi ad  un professionista  in questa delicata fase.

Quando il nuovo hosting sarà attivo per prima cosa avremo bisogno dei dati di accesso FTP e del database (MySQL o MariaDB nella maggior parte dei casi).

Ora dovrete attendere il trasferimento del nome a dominio o la propagazione dei DNS/NS aggiornati

Se volete potete iniziare a lavorare sul vostro sito web modificando il file host del vostro pc

MODIFICA FILE HOST 
Se avete trasferito il vostro dominio oppure modificato gli NS/DNS si dovrà attendere la propagazione degli stessi o il trasferimento prima di poter “vedere” o se preferite accedere al nuovo hosting digitando www.nomedominio.ext

Per ovviare a questo e poter lavorare subito sul sito internet è possibile modificare il file host del proprio pc in maniera tale che, dalla propria postazione, sarà possibile accedere subito al nuovo spazio web.

Per fare questo dovete aprire il file host del vostro pc, ecco dove è ubicato:

WINDOWS: = C:\WINDOWS\SYSTEM32\DRIVERS\ETC\hosts 
(è necessario aprire il file con blocco note con privilegi di amministratore)
APPLE OSX = /etc/hosts
LINUX = /etc/hosts

Quindi aggiungere  la seguente istruzione:

333.222.111.000 nomeadominio.ext

333.222.111.000 www.nomeadominio.ext

 

Ovviamente  “333.222.111.000” è un esempio: andrà inserito l’indirizzo IP del nuovo hosting ed altrettanto ovviamente al posto di “nomedominio.ext” inserite il vostro nome a dominio.

Una volta che il dominio si è trasferito o i nuovi DNS/NS si sono propagati (oppure che avete modificato il file host del pc) possiamo procedere.

Procedura installazione pacchetto Duplicator:

FileZilla: un client FTP

Installate e configurate il vostro client FTP (ad esempio FileZilla): potete fare riferimento alla mia guida “WordPress: eseguire il backup completo” per vedere la procedura nel dettaglio.

Quindi procedete a caricare la cartella .zip ed il file installer.php generato precedentemente da Duplicator nella cartella (root) principale (solitamente public_html o www).

Avviamo ora la procedura di ripristino di Duplicator aprendo questa url:

http://www.nomedominio.ext/installer.php
(ovviamente dovrete inserire il vostro  dominio al posto di “nomedominio.ext”)

Apparirà la schermata a fianco: accettate i termini e condizioni e cliccate su “Next >”

(clicca per ingrandire)

Ora apparirà la seconda schermata nella quale dovremo inserire i dati relativi al database:

host: quasi sempre “localhost” ma alcune volte bisogna indicare  un parametro specifico

Database: il nome del database da utilizzare

User: il nome utente  per la gestione/accesso al database

Password: la password di accesso al database.

Tutti questi parametri devono esservi stati forniti dal nuovo servizio di hosting.

Una volta inseriti cliccate su “Test Database” e, se ottenete conferma che  è tutto ok, su “Next >” (che diventerà selezionabile quando avrete inserito i parametri del database).

(clicca per ingrandire)

Dopo una attesa variabile in base alle dimensioni del sito dovrebbe apparirvi una schermata come quella a fianco.

Cliccando su “Admin Login”: si aprirà la schermata di login del vostro sito WordPress ed  il trasferimento si può considerare concluso!

 

(clicca per ingrandire)

NOTA 
se il vostro sito rientra tra quelli di grandi dimensioni  ed avete dovuto effettuare manualmente il download della cartella “wp-uploads” ricordatevi di effettuare l’upload della stessa sul nuovo spazio web!

Cancellazione dei file di Duplicator

Se per qualsivoglia motivo la cancellazione automatica non ha funzionato o, per sbaglio, si è levata la spunta da “Auto delete installer files after login”  si dovrà provvedere, per sicurezza, alla loro cancellazione.

Aprite la bacheca di WordPress quindi Duplicator > Tools e cliccate su “Remove Installation  Files”.

Questo messaggio vi darà conferma del successo dell’operazione.

Duplicator: ripristino del backup

La procedura per effettuare  il ripristino di WordPress da un backup realizzato con Duplicator è molto simile a quella appena vista per la migrazione del sito.

Tuttavia si dovrà prestare attenzione poiché, nello spazio web, saranno già presenti dei file di installazione dell’attuale installazione che dovranno essere rimossi o spostati.

Come appare una installazione di WordPress tramite un qualsiasi Client FTP o un File Manager

Nell’immagine a fianco ecco come  appare una comune installazione di WordPress (per la precisione la cartella wp-snapshots viene creata proprio da Duplicator).

Per ripristinare il sito partendo da un pacchetto di Duplicator vi consiglio, invece di eliminare i contenuti, di:

  1. Creare una cartella “old”
  2. Copiare al suo interno TUTTI i file presenti nello spazio web
  3. Uplodare la cartella .zip ed il file installer.php di Duplicator
  4. Proseguire al ripristino come indicato precedentemente al punto “Procedura installazione pacchetto Duplicator:”

Siamo giunti alla fine della guida: spero sarà utile a coloro che vorranno sfruttare le potenzialità offerte dal plugin Duplicator  un ottimo strumento non solo per la migrazione del proprio sito WordPress!

Ovviamente se avete bisogno di ragguagli o maggiori delucidazioni potete commentare qui sotto:

Ti è piaciuto? Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “WordPress: guida passo passo a Duplicator.”

Informativa breve Cookie
Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizzo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie

Informativa estesa cookie
Informativa Privacy