Miglior hosting WordPress Italiano3 min. di lettura

Dopo anni di realizzazione siti web ma sopratutto dopo centinaia di assistenze WordPress  ho avuto modo di testare svariati servizi di hosting italiani potendo “toccare con mano” i pregi e difetti di molte aziende del settore.

Pertanto ho deciso di scrivere questo articolo presentando  tre aziende che, a  mio parere, offrono i migliori hosting WordPress  attualmente sul mercato come rapporto qualità/prezzo/prestazioni/assistenza.

Come valutare un hosting WordPress.

Un hosting, per poter essere considerare valido, deve poter offrire:

Ovviamente queste sono le caratteristiche essenziali alle quali si possono sommare un’assistenza telefonica, un pannello di controllo completo ed intuitivo e, perché no, anche  un buon rapporto qualità/prezzo!

Ci sono diverse variabili da tenere in considerazione quando si sceglie un hosting per WordPress: in primis di che tipologia di sito web si tratta, (ad esempio, un piccolo sito internet aziendale con poche decine di visitatori al giorno ha esigenze assai più ridotte di un e-commerce) il traffico giornaliero/mensile, le dimensioni del sito, ecc… più avanti nell’articolo tornerò sull’argomento.

Gli hosting migliori che consiglio:

Finite queste premesse vi presento le aziende che ritengo offrano le migliori soluzioni in fatto di hosting per WordPress

Se vuoi lo sconto riservato ricordati di usare il codice “webepc5” !

24,00
prezzi a partire da
  • Azienda Italiana
  • 1 Nome a dominio incluso
  • Assistenza tecnica tramite ticket (dopo l'apertura del ticket è possibile ricevere aiuto anche telefonicamente)
  • Hosting economici veloci ed affidabili
  • Hosting base tra i più economici sul mercato
  • VPS personalizzabili
  • Affidabilità e sicurezza
  • Certificato SSL sempre incluso
  • Caselle email incluse
  • Backup sempre incluso
  • Datacenter in Italia

40,00
prezzi a partire da
  • Azienda Italiana
  • 1 Nome a dominio incluso
  • Assistenza tecnica tramite ticket ma molto veloce
  • Hosting low cost ma estremamente veloci e performanti
  • Disponibili Hosting multidominio, Hosting cloud e VPS personalizzabili e scalabili
  • Affidabilità e sicurezza
  • Certificato SSL sempre incluso
  • Caselle email incluse
  • Backup sempre incluso
  • Datacenter in Italia ma a richiesta anche Europa e Mondo

Come scegliere l' hosting WordPress più adatto alle proprie esigenze.

Vediamo ora di capire, in linea di massima, come scegliere l’hosting o la VPS più adatti al proprio sito WordPress.

Prima di tutto… che differenza c’è tra hosting e VPS?

Hosting

O più precisamente web hosting condiviso è molto similare ad un “condominio”: praticamente un server viene suddiviso in tante “unità abitative” dove ognuno ha un proprio “appartamento” con le sue caratteristiche di spazio.
Questo permette, da un lato, di risparmiare sull’acquisto del servizio ma dall’altro bisogna condividere le risorse del server tra tutti gli “inquilini”… nel caso qualche “vicino” abbia problemi, questi si possono riflettere anche su di noi arrivando, nei casi più gravi, a far bloccare anche il proprio sito web!
Sta alla serietà dell’azienda fornitrice del servizio trovare  il giusto equilibrio tra potenza del server e siti web ospitati: meglio evitare tassativamente hosting dove vengono ospitati centinaia di siti internet assieme.
Hanno il pregio di essere sempre gestiti: l’utilizzatore finale avrà disponibile un pannello di controllo dove poter modificare alcuni parametri ma non dovrà preoccuparsi della gestione tecnica (al massimo dovrà semplicemente aggiornare la versione del php quando sarà resa disponibile dall’azienda gestore del servizio o cambiare password di accesso di tanto in tanto per sicurezza).

Per chi è adatto un hosting condiviso?
Per tutti i siti web di piccole e medie dimensioni con un traffico non esagerato e senza troppi “picchi improvvisi” di utenti nello stesso momento (cosa che può avvenire, ad esempio, se abbiamo un profilo social seguito da migliaia di fans e condividiamo dei link con contenuti interessanti verso il nostro sito) come potrebbero essere i siti vetrina dove gli utenti non interagiscono più di tanto con il sito stesso.

NON sono consigliati in caso di siti particolarmente pesanti (come ad esempio gli e-commerce), in quelle situazioni in cui molti utenti interagiscono contemporaneamente ed assieme (nuovamente e-commerce, rilascio di commenti su blog, ecc.) ma anche nel caso di necessità di particolare stabilità e sicurezza del proprio sito internet.

VPS

Acronimo di virtual private server, a differenza degli hosting condivisi appena analizzati è una soluzione ben più avanzata e sicura.
Tornando al nostro paragone immobiliare una VPS è simile ad una casa propria con giardino situata in un complesso di villette indipendenti dentro un’unica area in cui si condividono solo il muro di cinta e le aree comuni di accesso.
Oltre a questa tipologia ci sono solo i server dedicati: non sono stati presi in considerazione in questo articolo poiché, un utente comune, non ha  sicuramente queste necessità ed i prezzi sono molto elevati.

A chi consiglio una VPS?
Per tutti coloro che vogliono maggiori performance ed il loro sito web ha molti visitatori giornalieri.
La trovo fondamentale per avviare correttamente un proprio e-commerce o comunque qualunque progetto “importante” che si  presuppone porterà parecchio traffico.
Ovviamente bisogna scegliere una VPS adeguata: una piccola VPS con 2Gb di RAM ed 1 solo processore non avrà le stesse performance di una 8Gb di RAM con 8 CPU!

Come per gli hosting un piccolo e-commerce con alcune centinaia al giorno di visitatori avrà necessità molto inferiori della testata online con oltre 10/15/20.000 visitatori giornalieri.

Attenzione a scegliere una VPS gestita!
A differenza degli hosting condivisi, sul mercato sono disponibili anche VPS senza sistema operativo né gestione: costano molto meno delle gestite proprio perché ci sarà bisogno di un sistemista per l’installazione del sistema operativo, pannello di controllo, aggiornamenti, manutenzione, ecc.

Altri hosting: due casi molto comuni...

Ovviamente ci sono anche molte altre aziende sul mercato…  valide, alcune meno valide, altre proprio da evitare.
Presumo che  in tanti si chiederanno perché non ho nominato due realtà forse tra le più famose ed utilizzate: l’Italiana Aruba e la tanto “osannata” SiteGround.

Ebbene sappiate che io sconsiglio queste due aziende, di seguito le motivazioni principali:

Conclusioni

Spero che questo articolo vi sia utile, se avete dei dubbi potete commentare qui sotto oppure contattarmi 🙂

nv-author-image

Gianluca Molina

Webmaster specializzato in WordPress, ideatore e fondatore del sito WebePc. Mi occupo di WordPress, SEO e consulenza collaborando con molti siti web del settore e numerosi gruppi su Facebook. Hai bisogno di aiuto? contattami

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.