Siti web gratis: perchè non sceglierli


Share On Facebook
Share On Twitter
Share On Google Plus
Share On Linkedin
Contact us

Sul web si trovano decine di servizi che promettono di “Realizzare il tuo sito web con pochi click” oppure “Crea sito web gratis in pochi minuti”

Molti di questi  servizi online, come ad esempio 1and1Jimdo, Weebly e molti altri che offrono i cosiddetti “site builder“,  promettono risultati stupefacenti “gratis” oppure con “pochi euro al mese”.

Vediamo il perché evitare queste offerte:

Prezzo sito webPrezzo:

Si, parliamo proprio di “prezzo” perché, pur sbandierando la parola “gratis” il 99% di questi servizi…. si paga!

A titolo d’esempio, al momento della stesura di questa pagina, ho rilevato le seguenti offerte:

1and1: prezzi da €9,99 a €29,99 al mese

All’ anno: da € 119,88 ad € 359,88

 

Jimdo: effettivamente viene offerta anche la possibilità  di avere il sito completamente gratis ma  senza dominio (o, meglio, con un dominio di terzo livello: torneremo più avanti su questo argomento)  e con pubblicità  nelle pagine (si, le vostre!).

Per avere un sito web vero e proprio si spendono da € 60,00 ad € 180,00 all’anno.

 

Weebly:  senza indicare la differenza tra i tre pacchetti (almeno nel sito in lingua Italiana)  viene offerto sia un pacchetto completamente “free” (con quali limitazioni?) che due pacchetti da $4,00 e $8,00 al mese (circa 35,00 / 70,00 Euro all’anno)

 

Wix: Trovare la differenza  tra la versione gratuita e quella a pagamento è complesso e sul sito ufficiale la differenza non è ben spiegata (la versione free dovrebbe avere della pubblicità all’interno delle pagine).

Oltretutto alcune pagina sono in lingua inglese…..  mentre  è perfettamente tradotta in Italiano la pagina che parla degli abbonamenti variabili tra i  4€ ed i 16€ al mese.

Come si può vedere da “gratis” si è già passati ad  un esborso annuo   superiore all’acquisto ed al mantenimento di un proprio dominio e spazio web (uno spazio web low cost con proprio nome a dominio può costare dai 10,00  ai  30,00 € all’anno)

 

dominioNome dominio:

Come già accennato prima, buona parte di questi servizi non offrono un nome dominio “personale”  ma dei domini di terzo livello.

Cosa significa?

Cercando di semplificare  al massimo la scelta migliore per  il proprio nuovo sito web  è acquistare un proprio dominio

esempio: www.nomesito.it 

Molte di queste aziende “gratis” attivano, invece, dei domini di terzo livello

esempio:  nomesito.aziendacheoffreilsitogratis.it  

Assolutamente sconsigliabile per una corretta indicizzazione sui motori di ricerca.

Altre aziende, invece, offrono la possibilità di attivare un dominio vero e proprio ma:

  1. Non viene offerta nessuna assistenza nella scelta del dominio.
  2. Delle volte  i costi sono notevolmente “gonfiati” (ad esempio 20 / 25€ al mese quando ci sono molti servizi di hosting che, con tale cifra, offrono il dominio, lo spazio web e le caselle di posta elettronica per un anno!).
  3. Il più delle volte non viene intestato a voi ma all’azienda con la quale state sottoscrivendo l’abbonamento: se in un secondo momento vorreste spostare  il  sito web a farlo realizzare a terzi  con molta probabilità sareste obbligati a cambiare anche  il dominio!

Senza considerare, infine, che la stragrande maggioranza di queste aziende si appoggia a server esteri.

Questo comporta una possibile maggiore latenza  nella velocità di accesso al proprio sito web che potrebbe portare ad una perdita di posizionamento.

 

graficaGrafica:

Come ho già spiegato in questa pagina la grafica  è  molto importante, ma mai  mettere  le esigenze “estetiche” al primo posto, compromettendo usabilità del sito web, velocità d’ accesso e, di conseguenza, l’ indicizzazione!

Molti template offerti da questi servizi “free” o, come abbiamo visto “semi gratis”,  cercano sopratutto di colpire l’occhio del visitatore, magari con animazioni in flash.

Inoltre, se non si hanno le dovute competenze (senza voler offendere il vostro senso estetico!), si potrebbero accostare dei colori non adatti al proprio target aziendale o più semplicemente scomodi per una corretta visione sul monitor (quanti, ad esempio, hanno provveduto a  calibrare il proprio schermo per una corretta visualizzazione dei colori?).

 

assistenzaL’assistenza pre e post realizzazione:

Forse  il fattore più determinante tra la scelta di un servizio “free” ed uno a pagamento rimane proprio l’assistenza:  realizzare il proprio sito web, anche se a prima vista o come “raccontano”  nelle pagine dei servizi che stiamo analizzando, non è un “lavoro” che si può svolgere in “5 minuti” (coloro che promettono questo sono solo o degli incompetenti o dei truffatori… a voi la scelta!)

 

Scegliere un webmaster professionista vuol dire affidare lo sviluppo del proprio sito web ad una figura che, conscia del proprio operato,  deve saperVi offrire un servizio altamente qualificato e professionale dandovi assistenza:

Prima della realizzazione del sito:  fase  assolutamente fondamentale  in quanto un’ attenta analisi del mercato in cui ci si vuole inserire permette di porre delle solide “fondamenta” al progetto.

Eliminando questa operazione o banalizzandola   porta automaticamente ad una posizione svantaggiata nel confronto dei propri concorrenti.

Durante lo sviluppo della struttura ed i testi  i quali devono venire realizzati secondo dei criteri ben precisi per fare in modo che i motori di ricerca (Google in primis) riescano ad indicizzare correttamente i contenuti.

Inoltre, sia questi ultimi  che le eventuali immagini, devono tassativamente essere originali e non copiati da altre fonti: oltre a violare potenzialmente il diritto d’autore contenuti duplicati  potrebbero comportare ad una penalizzazione se non addirittura al ban del proprio sito da Google!

Una volta completato il sito  si ha la sicurezza di poter ottenere in tempi brevi ‘assistenza “umana”  sia in caso di problemi che nella necessità di modifiche o comprensione della gestione dello stesso .

La maggior parte di questi servizi, invece, relega l’assistenza all’apertura di anonimi  ticket di assistenza (magari solo in lingua Inglese) senza alcun contatto umano oppure, in caso di call center, con operatori  che, il più delle volte, sono poco o per nulla competenti.

 

Da quanto si è visto  questi servizi gratis o “quasi gratis” non possono offrire quello che solo un  professionista  (ed appassionato…) può darvi:

  • Conoscenza del web marketing con un accurato studio del progetto che si vuole andare a realizzare.
  • Capacità di individuare  le reali necessità del cliente.
  • Conoscere le tecniche di impaginazione web e saper realizzare pagine  ottimizzate per essere caricate velocemente.
  • Ottimizzare  il sito web per i motori di ricerca: senza  l’ottimizzazione SEO il sito rimane un semplice “orpello estetico”!

 

Tutto questo viene offerto dalla WebePc  a prezzi molto concorrenziali

 

 

siti web gratisSiete ancora “dubbiosi”  e pensate  “ovvio che parla così, porta acqua al suo mulino” 

Potete verificare di persona quanto detto.

Aprite Google

Cercate  una chiave di ricerca  molto concorrenziale, potremmo dire, ad esempio, “hotel a Roma”

Questa ricerca rilascia qualcosa come 139 Milioni di risultati!!!

Ora, tralasciando i portali internazionali (booking, tripadvisor,ecc)  visitate i siti web di hotel che sono nella prima, seconda e terza pagina.

Vi posso assolutamente assicurare al 100% e senza ombra di dubbio o errore che NESSUNO  di questi siti web è stato realizzato “in proprio” attraverso servizi   “gratis” o con “pochi Euro al mese” poiché, come in tutte le cose, anche sul web  vale il detto “chi meno spende più spende!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *